Home

Traccia la tua spedizione

spedizione

Inserisci qui il codice per vedere
lo stato della tua spedizione:

Spaccalegna meccanici

Ci scusiamo per l'inconveniente.

Prova a fare nuovamente la ricerca

Dall'abbattimento dell'albero alla lavorazione del legname

Ottenere il legname necessario alla fabbricazione di utensili e suppellettili oltre che di abitazioni e barche, è stata una necessità dell'Uomo fino dall'inizio della sua storia. Abbattere gli alberi e suddividere tronchi e rami ha richiesto lo sviluppo di una tecnologia dedicata, che ha compreso lo studio dei materiali e delle tecniche per la creazione degli strumenti in grado di svolgere efficacemente questi compiti. Il taglio del legno finalizzato all'ottenimento di materiale da costruzione, come semplicemente di legna da ardere, è gradualmente divenuto una vera a propria forma d'arte, riconosciuta attraverso la figura del "maestro d'ascia" o "mastro d'ascia", denominazione che permetteva di distinguere le figure professionali più abili in questa delicata mansione dai semplici carpentieri. A questo scopo sono state create le lame ed i manici più adatti a sfruttare al meglio la forza e l'ingegno umano per ricavare il legno strutturale migliore.

Lo spaccalegna nella tradizione 

Suddividere i ciocchi di legna in pezzi più piccoli è sempre stata un'operazione assai faticosa ma necessaria per utilizzare la legna nell'alimentazione dei caminetti, delle stufe, dei forni e delle cucine economiche. La figura dello spaccalegna è tradizionalmente legata alla persona che, col suo lavoro di forza, suddivide i grossi tagli di legno in parti più facilmente utilizzabili. Gli strumenti manuali tradizionali per spaccare la legna sono:

  • scure
  • accetta

Entrambi questi strumenti hanno la particolarità di avere la lama parallela al manico, contrariamente all'ascia, che per la posizione della lama ricorda molto una zappa.

La scure per spaccare la legna

La scure, più grande e pesante, si impugna con entrambe le mani. Grazie alla forza che è in grado di sprigionare, oltre che spaccare i ciocchi più grossi, è in grado di abbattere alberi anche di grandi dimensioni. E' uno strumento tanto antico e diffuso da comparire sugli stemmi araldici, oltre ad aver costituito una vera e propria arma di battaglia. Le scuri hanno subito un'evoluzione tanto lunga da comparire le prime volte nella storia dotate di testa di selce, per poi venire ritrovate in rame, bronzo, ferro e, in tempi moderni, in acciaio. 

L'accetta per spaccare e sbozzare il legno

Per spaccare o sbozzare i ciocchi più sottili si usa l'accetta: questa presenta una lama, o ferro, leggera della scure, ed un manico più corto, caratteristiche che fanno sì che possa essere maneggiata con una sola mano. Per le sue qualità, l'accetta è usata anche per l'estrazione del sughero, e la sua maneggevolezza la rende attrezzo d'uso anche nello scoutismo.

Gli spaccalegna meccanici, soluzione moderna per spaccare i ciocchi

La tecnologia oggi è in grado di aiutare nell'attività di spaccare la legna, con la fabbricazione di spaccalegna meccanici di varie tipologie, tanto che oggi al termine spaccalegna si associa un attrezzo, e non una figura umana. Grazie a questi strumenti di lavoro il processo produttivo di legna da ardere o per altri utilizzi si è molto semplificato e velocizzato, in qualsiasi ambito venga utilizzato. Lo spaccalegna viene impiegato professionalmente direttamente nei boschi o nelle foreste dai quali si ottiene il legname: i tronchi vengono sezionati in grossi ciocchi, e quindi spaccati in pezzi che vengono caricati su un trattore o su un camion per venire trasferiti verso le zone di raccolta. A livello domestico invece lo spaccalegna aiuta l'hobbista a suddividere i ciocchi nei pezzi che potranno essere usati come legna da ardere.

Le tipologie di spaccalegna meccanici

A seconda della forza che muove lo strumento per spaccare la legna, questi si suddividono in:

  • spaccalegna manuali
  • spaccalegna con motore elettrico
  • spaccalegna con motore a scoppio
  • spaccalegna da trattore

Gli spaccalegna vengono categorizzati a seconda della pressione nominale che sono in grado di esercitare e di conseguenza del tipo di lavoro che sono in grado di svolgere. I primi due tipi elencati esercitano pressioni minori, e sono quindi adatti all'uso domestico; i secondi sono in grado di sviluppare una potenza più che doppia, per cui vengono impiegati in ambito produttivo professionale. Infine, un'ulteriore suddivisione si ha tra:

  • spaccalegna orizzontali
  • spaccalegna verticali 

Come scegliere tra gli spaccalegna meccanici?

Date le molte tipologie di spaccalegna sul mercato, determinate sia dal tipo di alimentazione, che dalla pressione nominale sviluppata, che dalla forma, può risultare arduo scegliere il più adatto alle nostre necessità. Selepoint è in grado di aiutarvi ad effettuare l'acquisto migliore, mettendo a vostra disposizione la propria esperienza nel settore di oltre tre decenni. Non esitate a richiedere un consulto contattandoci direttamente: siamo raggiungibili sia via mail, che via telefono, che tramite whatsapp. Gli esperti della nostra azienda sapranno guidarvi nella scelta con competenza e cortesia sia che abbiate necessità di uno spaccalegna per la vostra casa che per il vostro lavoro. Oltre al valido servizio pre-vendita potrete usufruire anche di assistenza post-vendita, oltre che di una consegna rapida ed efficiente.